TRIBUNALE DI LECCE LECCE PROC. ES. N.151/2018 R.G.ES. IMM.
Pubblicazione: 15/01/2022

Tribunale di
Lecce

Abitativo

€ 1565549,00

LECCE

Esecuzione immobiliare N. n.151/2018/2018 R.G.E.
CONDIVIDI

TRIBUNALE DI LECCE LECCE

Proc. Es. n.151/2018 R.G.Es. Imm.

AVVISO DI VENDITA ASINCRONA

LOTTO 1. Piena proprietà per la quota di 1000/1000 di fabbricato in corso di costruzione sito in Lecce (Lecce) Viale Rossini angolo via E. Sozzo. Composto da cinque piani fuori terra, il piano coperture e un piano interrato, dotato di due accessi distinti che portano, attraverso scale e ascensori, ai diversi livelli. L' interpiano è di mt 2.70 per il piano interrato e i piani 1°, 2°, 3° e 4°, di mt 3.50 per il piano terra. Il fabbricato è così suddiviso: - Il piano interrato accessibile dai vani scale e da rampa carraia con 8 posti auto e 2 centrali idriche. - Il piano terra in 2 locali commerciali con relativo antibagno e bagno, 2 atri, scale e vani ascensori, porticati e scoperti di pertinenza. - I piani 1°, 2°, 3° e 4° sono rispettivamente composti da 2 appartamenti per piano con accessi da vani scala distinti, per un totale di n. 8 unità. - Il piano coperture è accessibile attraverso la torretta di un vano scala. Il progetto originario prevedeva un fabbricato nettamente separato verticalmente con accesso da due vani scala. Allo stato attuale la costruzione si presenta edificata in tutte le sue parti allo stato rustico, non rifinita. Le fondazioni sono di tipo isolate a plinti, mentre la struttura portante è intelaiata in cemento armato; il piano interrato è provvisto di intercapedine perimetrale, le chiusure perimetrali di ogni piano sono realizzate con conci di Poroton; le tramezzature interne sono realizzate con conci di tufo di spessore variabile (8÷10 cm); le porte di ingresso di tutte le unità immobiliari sono dotate di controtelai in marmo, i solai di interpiano sono di tipo latero-cementizio e precompressi, con sovrastante caldana in c.a., il solaio di copertura latero-cementizio con massa a pendio, pavimentazione solare con lastre di Cursi e guaina impermeabile oramai usurata ed inesistente; la chiusura orizzontale posta alla base dell'edificio è realizzata con vespaio. L'impianto idrico di adduzione è presente su tutti i piani, con predisposizione al collegamento autoclave e rete urbana, è realizzato con tubazioni in rame rivestite con guaina in termoplastica, poste sottotraccia a pavimento. Gli impianti di scarico acque nere sono presenti in tutto lo stabile, con predisposizione al collegamento alla rete fognaria urbana, provvisti di collettori, elementi di ispezione, sifoni e pozzetti, tutti realizzati con tubazioni in superplastica.

Gli impianti di smaltimento acque meteoriche del piano coperture avviene attraverso pluviali in superplastica, realizzati sottotraccia lungo le murature perimetrali dell'edificio, mentre lo smaltimento dai balconi avviene tramite doccioni; quello dell' intercapedine e della rampa del garage al piano interrato è costituito da caditoie e pozzetti di raccolta provvisti di predisposizione per ellettropompa di sollevamento automatica del tipo sommerso. Ogni unità è corredata di tubazioni per impianto di riscaldamento atto a servire corpi scaldanti di tipo radiante; gli impianti sono di tipo autonomo e provvisti di collettori. L'impianto elettrico del piano interrato è del tipo protetto, a tenuta stagna, sottotraccia. Gli impianti elettrici delle altre unità dello stabile sono tutte sottotraccia e protette da guaina in PVC, sono collegate da montanti; ogni unità è provvista di predisposizione per quadro elettrico di protezione e sezionamento. Gli spazi condominiali sono collegati alle montanti e costituiscono impianto separato dalle unità, non differiscono per caratteristiche tecniche da esse. Ogni unità è corredata da impianto di videocitofono, antenna TV e telefono, sono tutti collegati alle rispettive montanti. Tutti gli impianti sono privi di cavi. Dal piano primo al piano quarto negli appartamenti è stato realizzato l'intonaco interno allo stato rustico livellato. Posto al piano S1,T,1,2,3,4 sviluppa una superficie lorda complessiva di circa mq 1930,12. Identificazione catastale: - foglio 240 mappale 2614 subalterno 1, categoria F3, posto al piano S1-T. Coerenze: confina con Viale Rossini, Via E. Sozzo e p.lla 834, 2163, 2338; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 2, categoria F3, posto al piano T. Coerenze: confina con Viale Rossini e p.lla 834; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 3, categoria F3, posto al piano T. Coerenze: confina con Viale Rossini, Via E. Sozzo; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 4, categoria F3, posto al piano 1.Coerenze: confina con Viale Rossini e p.lla 834; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 5, categoria F3, posto al piano 1. Coerenze: confina con Viale Rossini, Via E. Sozzo; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 6, categoria F3, posto al piano 2.Coerenze: confina con Viale Rossini e p.lla 834; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 7, categoria F3, posto al piano 2. Coerenze: confina con Viale Rossini, Via E. Sozzo; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 8, categoria F3, posto al piano 3. Coerenze: confina con Viale Rossini e p.lla 834; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 9, categoria F3, posto al piano 3. Coerenze: confina con Viale Rossini, Via E. Sozzo; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 10, categoria F3, posto al piano 4. Coerenze: confina con Viale Rossini e p.lla 834; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 11, categoria F3, posto al piano 4. Coerenze: confina con Viale Rossini, Via E. Sozzo; - foglio 240 mappale 2614 subalterno 12, categoria F5, posto al piano 5. Coerenze: confina con Viale Rossini, Via E. Sozzo e p.lla 834, 2163, 2338. Note: Lastrico solare - foglio 240 mappale 2614 subalterno 13, categoria BCNC, posto al piano S1-1-2-3-4-5. Coerenze: confina con Via E. Sozzo; Note: Vano scala comune. - foglio 240 mappale 2614 subalterno 14, categoria BCNC, posto al piano S1-1-2-3-4-5. Coerenze: confina con Viale Rossini e p.lla 834. Note: Vano scala comune. STATO DI POSSESSO: Libero.

CONFORMITA’ URBANISTICO – EDILIZIA: Sono state riscontrate le seguenti difformità: allo stato attuale il fabbricato è stato modificato rispetto al progetto originario di cui al Permesso di Costruire n°103/05: non esiste più la separazione del piano interrato che è divenuto unico con n° 8 posti auto, vi sono anche modifiche nei vani di servizio. Al piano terra vi sono alcune modifiche di tramezzature dei wc. Ai piani superiori dal primo al quarto vi sono delle modifiche delle tramezzature degli appartamenti e la diversa collocazione dei vani con diversa ubicazione dei bagni e delle camerette da letto. Pertanto è necessario presentare nuovo Permesso di costruire per il completamento del fabbricato ai sensi dl comma 3 art. 15 DPR 380/01 e la segnalazione delle variazioni apportate. CONFORMITA’ CATASTALE: Nessuna difformità. PRATICHE EDILIZIE: P.E. n. Permesso di costruire n° 103/05 per lavori di costruzione di due unità residenziali con negozi all'interno del lotto 3 Comparto 49. Permesso di costruire presentato in data 03/07/2003- n. prot. 58714 rilasciata in data 05/11/2009- n. prot. 128243. PREZZO BASE €. 1.565.549,00

RILANCIO €. 20.000,00

CAUZIONE €. 156.555,00

L’offerta minima, ai sensi dell’art. 571 c.p.c., è pari ad Euro 1.174.162,00.

La cauzione versata dovrà essere pari al 10% del prezzo offerto.

In fase di presentazione dell’offerta e di rilancio in aumento in caso di gara non è consentito l’inserimento di importi decimali.

Il predetto bene è meglio descritto nella relazione di stima del Geom. Davide Bello, del 01.09.2021, che deve essere consultata dall’offerente ed alla quale si fa espresso rinvio, anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sul bene. La relazione di stima è reperibile sul sito www.venditepubbliche.giustizia.it, www.oxanet.it, www.venditegiudiziarieitalia.it, www.immobiliare.it e www.asteannunci.it. Il “manuale utente per la presentazione dell’offerta telematica” è consultabile all’indirizzo: http://pst.giustizia.it, sezione “documenti”, sottosezione “portale delle vendite pubbliche”.

Il gestore della vendita telematica è: la società Neprix con sede legale Milano (MI). La piattaforma del gestore della vendita telematica è: www.venditegiudiziarieitalia.it.

I soggetti interessati, escluso il debitore esecutato e tutti i soggetti per legge non ammessi, dovranno formulare l’offerta irrevocabile di acquisto esclusivamente con modalità telematica, tramite il modulo web “Offerta Telematica” del Ministero della Giustizia a cui è possibile accedere dalla scheda del lotto posto in vendita presente sul portale del Gestore designato.

L’offerta di acquisto, comprensiva dei documenti allegati, dovrà essere depositata entro le ore 12.00 del 5° giorno lavorativo (esclusi: sabati, domeniche e festivi), antecedente a quello fissato nell’avviso di vendita telematica.

Le offerte telematiche di acquisto devono pervenire dai presentatori dell’offerta, mediante invio all’indirizzo PEC del Ministero della Giustizia (offertapvp.dgsia@giustiziacert.it) del modulo web “Offerta Telematica” del Ministero della Giustizia, debitamente compilato. L’offerta di acquisto si intende depositata nel momento in cui viene generata la ricevuta completa di avvenuta consegna da parte del gestore di posta elettronica certificata del Ministero della Giustizia. L’offerta di acquisto, a pena di inammissibilità, dovrà essere sottoscritta digitalmente, ovverosia utilizzando un certificato di firma digitale in corso di validità, rilasciato da un organismo incluso nell’elenco pubblico dei certificatori accreditati, e trasmessa a mezzo p.e.c., ai sensi dell’art. 12, comma 5, del D.M. n. 32/2015.

Il versamento della cauzione si effettua tramite bonifico bancario sul conto del Gestore Neprix, dedicato alle cauzioni, le cui coordinate bancarie sono:

IBAN: IT 04 P 02008 23710 0001 05258047, vincolato all’ordine del Giudice dell’Esecuzione, con la seguente causale: “ASTA”. L’accredito delle somme versate a titolo di cauzione dovrà risultare entro le ore 12.00 del giorno non festivo immediatamente precedente a quello fissato per la vendita telematica; il mancato accredito del bonifico sul conto corrente intestato al Gestore, nel termine sopraindicato, comporta l’inammissibilità dell’offerta. La cauzione versata, a mezzo bonifico bancario, sul c/c intestato al Gestore della vendita, dall’offerente divenuto aggiudicatario, sarà accreditata, a cura dello stesso Gestore, esclusivamente mediante bonifico su c/c intestato alla procedura esecutiva immobiliare, aperto dal professionista delegato, non oltre 5 giorni dalla comunicazione da parte del professionista delegato dell’IBAN di tale conto.

Per tutto quanto non espressamente previsto nel presente avviso di vendita e, in particolare, circa le modalità di presentazione delle offerte in via telematica, lo svolgimento dell’eventuale gara tra gli offerenti in via telematica, le condizioni e le modalità di svolgimento della vendita in modalità asincrona, si rinvia espressamente all’ordinanza di vendita emessa il 06.09.2021.

VENDITA ASINCRONA: il giorno 25 gennaio 2022 alle ore 12,00, presso il proprio studio in Lecce alla via Silvio Pellico n. 17, procederà alla vendita telematica in modalità asincrona, tramite la piattaforma del Gestore designato, www.venditegiudiziarieitalia.it, e, quindi, alla verifica preliminare di ammissibilità delle offerte, alla deliberazione sulle medesime e, in caso di plurime offerte ammissibili, darà luogo alla gara, nella forma di vendita asincrona con modalità telematica, che terminerà il 5° giorno lavorativo successivo alla stessa ora in cui è iniziata, ovvero il 01 febbraio 2022 alle ore 12,00.

Il professionista delegato Avv. Antonio Cerfeda, con studio in Lecce alla via Silvio Pellico n.17; tel. 0832.301033; cell. 339.3073216; mail: avv.cerfeda@libero.it; pec: cerfeda.antonio@ordavvle.legalmail.it., è stato nominato Custode Giudiziario dei sopra indicati immobili, ex art. 560 c.p.c.; allo stesso possono essere richieste maggiori informazioni sulla vendita. Per la visione dei beni immobili, le richieste potranno essere inoltrate allo stesso Custode Giudiziario, con le modalità di cui all’art. 560 c.p.c. (e quindi utilizzando il portale http://venditepubbliche.giustizia.it), ovvero con modalità idonee a garantire la riservatezza dell’identità degli interessati; le richieste di visita saranno evase entro 15 giorni dalla richiesta.

Icona ordinanza senza allegati Icona ordinanza con allegati bando
Icona perizia senza allegati Icona perizia con allegati perizia
Icona avviso senza allegati Icona avviso con allegati avviso
Icona altro con allegati Icona altro con allegati altro

NON SONO PRESENTI ALLEGATI

DATI RELATIVI ALLA PROCEDURA
NUMERO PROCEDURA
n.151/2018
ANNO PROCEDURA
2018
TRIBUNALE
Lecce
CORTE D'APPELLO
-
LEGALE
Avv. Antonio Cerfeda
CURATORE
-
TIPO PROCEDURA
Esecuzione immobiliare
CREDITORE
-
REFERENTE
-
MAGISTRATO
-
PROFESSIONISTA DELEGATO
-
DATI RELATIVI AL BENE
UBICAZIONE
LECCE
LOCALITÀ
Lecce (LE)
Puglia
ITALIA
CAP
-
DESCRIZIONE PROCEDURA
TRIBUNALE DI LECCE LECCE Proc. Es. n.151/2018 R.G.Es. Imm. AVVISO DI VENDITA ASINCRONA LOTTO 1. Piena proprietà per la quota di 1000/1000 di fabbricato in corso di costruzione sito in Lecce (Lecce) Viale Rossini angolo via E. Sozzo. Composto da cinque piani fuori terra, il piano coperture e un piano interrato, dotato di due accessi distinti che portano, attraverso scale e ascensori, ai diversi livelli. L' interpiano è di mt 2.70 per il piano interrato e i piani 1°, 2°, 3° e 4°, di mt 3.50 per il piano terra. Il fabbricato è così suddiviso: - Il piano interrato accessibile dai vani scale e da rampa carraia con 8 posti auto e 2 centrali idriche. - Il piano terra in 2 locali commerciali con relativo antibagno e bagno, 2 atri, scale e vani ascensori, porticati e scoperti di pertinenza. - I piani 1°, 2°, 3° e 4° sono rispettivamente composti da 2 appartamenti per piano con accessi da vani scala distinti, per un totale di n. 8 unità. - Il piano coperture è accessibile attraverso la torretta di un vano scala. Il progetto originario prevedeva un fabbricato nettamente separato verticalmente con accesso da due vani scala. Allo stato attuale la costruzione si presenta edificata in tutte le sue parti allo stato rustico, non rifinita. Le fondazioni sono di tipo isolate a plinti, mentre la struttura portante è intelaiata in cemento armato; il piano interrato è provvisto di intercapedine perimetrale, le chiusure perimetrali di ogni piano sono realizzate con conci di Poroton; le tramezzature interne sono realizzate con conci di tufo di spessore variabile (8÷10 cm); le porte di ingresso di tutte le unità immobiliari sono dotate di controtelai in marmo, i solai di interpiano sono di tipo latero-cementizio e precompressi, con sovrastante caldana in c.a., il solaio di copertura latero-cementizio con massa a pendio, pavimentazione solare con lastre di Cursi e guaina impermeabile oramai usurata ed inesistente; la chiusura orizzontale posta alla base dell'edificio è realizzata con vespa
TIPO IMMOBILE
Abitativo
QUOTA PROPRIETÀ
-
DATI CATASTALI
-
LOTTO
-
NUMERO DI PIANO DELL'IMMOBILE
-
PIANI DELLO STABILE
-
CLASSE ENERGETICA / IPE
-
SUPERFICIE COPERTA MQ
-
NUMERO LOCALI
-
BAGNI
-
DATI RELATIVI ALLA VENDITA
DATA/ORA DELL'ASTA
25/01/2022 12:00
LUOGO
LECCE
INDIRIZZO
Viale Rossini angolo via E. Sozzo
TIPO
-
REFERENTE
-
BASE D'ASTA
1565549,00
VALUTA
Euro
PREZZO MINIMO
1.174.162,00 €
FASCIA PREZZO
oltre 1000000
RIALZO MINIMO
20.000,00
DEPOSITO CAUZIONALE
-
DEPOSITO CONTO SPESE
-
VALORE PERIZIA
-
PER PARTECIPARE ALLA VENDITA
NOTE
-
LUOGO PRESENTAZIONE DOMANDA
La cauzione versata dovrà essere pari al 10% del prezzo offerto. In fase di presentazione dell’offerta e di rilancio in aumento in caso di gara non è consentito l’inserimento di importi decimali. Il predetto bene è meglio descritto nella relazione di stima del Geom. Davide Bello, del 01.09.2021, che deve essere consultata dall’offerente ed alla quale si fa espresso rinvio, anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sul bene. La relazione di stima è reperibile sul sito www.venditepubbliche.giustizia.it, www.oxanet.it, www.venditegiudiziarieitalia.it, www.immobiliare.it e www.asteannunci.it. Il “manuale utente per la presentazione dell’offerta telematica” è consultabile all’indirizzo: http://pst.giustizia.it, sezione “documenti”, sottosezione “portale delle vendite pubbliche”. Il gestore della vendita telematica è: la società Neprix con sede legale Milano (MI). La piattaforma del gestore della vendita telematica è: www.venditegiudiziarieitalia.it. I soggetti interessati, escluso il debitore esecutato e tutti i soggetti per legge non ammessi, dovranno formulare l’offerta irrevocabile di acquisto esclusivamente con modalità telematica, tramite il modulo web “Offerta Telematica” del Ministero della Giustizia a cui è possibile accedere dalla scheda del lotto posto in vendita presente sul portale del Gestore designato. L’offerta di acquisto, comprensiva dei documenti allegati, dovrà essere depositata entro le ore 12.00 del 5° giorno lavorativo (esclusi: sabati, domeniche e festivi), antecedente a quello fissato nell’avviso di vendita telematica. Le offerte telematiche di acquisto devono pervenire dai presentatori dell’offerta, mediante invio all’indirizzo PEC del Ministero della Giustizia (offertapvp.dgsia@giustiziacert.it) del modulo web “Offerta Telematica” del Ministero della Giustizia, debitamente compilato. L’offerta di acquisto si intende depositata nel momento in cui viene generata la ricevuta completa di avve
TERMINE PRESENTAZIONE DOMANDA
La cauzione versata dovrà essere pari al 10% del prezzo offerto. In fase di presentazione dell’offerta e di rilancio in aumento in caso di gara non è consentito l’inserimento di importi decimali. Il predetto bene è meglio descritto nella relazione di stima del Geom. Davide Bello, del 01.09.2021, che deve essere consultata dall’offerente ed alla quale si fa espresso rinvio, anche per tutto ciò che concerne l’esistenza di eventuali oneri e pesi a qualsiasi titolo gravanti sul bene. La relazione di stima è reperibile sul sito www.venditepubbliche.giustizia.it, www.oxanet.it, www.venditegiudiziarieitalia.it, www.immobiliare.it e www.asteannunci.it. Il “manuale utente per la presentazione dell’offerta telematica” è consultabile all’indirizzo: http://pst.giustizia.it, sezione “documenti”, sottosezione “portale delle vendite pubbliche”. Il gestore della vendita telematica è: la società Neprix con sede legale Milano (MI). La piattaforma del gestore della vendita telematica è: www.venditegiudiziarieitalia.it. I soggetti interessati, escluso il debitore esecutato e tutti i soggetti per legge non ammessi, dovranno formulare l’offerta irrevocabile di acquisto esclusivamente con modalità telematica, tramite il modulo web “Offerta Telematica” del Ministero della Giustizia a cui è possibile accedere dalla scheda del lotto posto in vendita presente sul portale del Gestore designato. L’offerta di acquisto, comprensiva dei documenti allegati, dovrà essere depositata entro le ore 12.00 del 5° giorno lavorativo (esclusi: sabati, domeniche e festivi), antecedente a quello fissato nell’avviso di vendita telematica. Le offerte telematiche di acquisto devono pervenire dai presentatori dell’offerta, mediante invio all’indirizzo PEC del Ministero della Giustizia (offertapvp.dgsia@giustiziacert.it) del modulo web “Offerta Telematica” del Ministero della Giustizia, debitamente compilato. L’offerta di acquisto si intende depositata nel momento in cui viene generata la ricevuta completa di avve
INTESTATARIO ASSEGNI
-
INFO/EMAIL
Il professionista delegato Avv. Antonio Cerfeda, con studio in Lecce alla via Silvio Pellico n.17; tel. 0832.301033; cell. 339.3073216; mail: avv.cerfeda@libero.it; pec: cerfeda.antonio@ordavvle.legalmail.it., è stato nominato Custode Giudiziario dei sopra indicati immobili, ex art. 560 c.p.c.; allo stesso possono essere richieste maggiori informazioni sulla vendita. Per la visione dei beni immobili, le richieste potranno essere inoltrate allo stesso Custode Giudiziario, con le modalità di cui all’art. 560 c.p.c. (e quindi utilizzando il portale http://venditepubbliche.giustizia.it), ovvero con modalità idonee a garantire la riservatezza dell’identità degli interessati; le richieste di visita saranno evase entro 15 giorni dalla richiesta
RICERCA RAPIDA

ASTE IN EVIDENZA