TRIBUNALE DI PESARO ESECUZIONE IMMOBILIARE N. RG 25/2017
Pubblicazione: 11/01/2018

Tribunale di
Pesaro

Abitativo

€ 81.000,00

Comune di Cartoceto, Via Trento n. 2 int. 4,

Esecuzione immobiliare N. 25/2017 R.G.E. - LOTTO LOTTO UNICO – QUOTA DI INTERA PROPRIETA’ – ...
CONDIVIDI

TRIBUNALE DI PESARO

AVVISO DI VENDITA SENZA INCANTO

ESECUZIONE IMMOBILIARE N. RG 25/2017

L’AVV. FERNANDA GAIBINI, CON STUDIO IN PESARO, VIALE VANZOLINI N. 5, DELEGATO AL COMPIMENTO DELLE OPERAZIONI DI VENDITA NELLA PROCEDURA ESECUTIVA R.G. N. 25/2017, CON ORDINANZA DEL 16/11/2017 EMESSA DAL GIUDICE DELL’INTESTATO TRIBUNALE

COMUNICA

CHE IL GIORNO 28 FEBBRAIO 2018 ALLE ORE 12,00 PRESSO IL SUO STUDIO IN PESARO, VIALE VANZOLINI N. 5, PROCEDERA’ ALLA VALUTAZIONE DELLE OFFERTE, IN BUSTA CHIUSA, AI SENSI DELL’ART. 571 C.P.C. SECONDO LE MODALITA’ SOTTO RIPORTATE

LOTTO UNICO – QUOTA DI INTERA PROPRIETA’ – trattasi di appartamento, ad uso residenziale, con relativo garage e posto auto scoperto, sito nel comune di Cartoceto, Via Trento n. 2 int. 4, identificato al Catasto Fabbricati al foglio n. 6, mappale 878, sub. 6, categoria A/ 3, classe 2 vani 3, rendita catastale € 170,43; foglio n. 21, mappale 878, sub. 24, categoria C/6, classe 2 mq 20, rendita catastale € 51,65, foglio n. 21, mappale 878, sub. 14, categoria C/6, classe 1 mq 12, rendita catastale € 26,65. Prezzo base perizia: 81.000,00.

Dalla relazione del Geometra, Guiducci Matteo, risulta quanto segue: trattasi di un appartamento con relativo garage e posto auto scoperto facente parte di un condominio composto da n. 10 appartamenti con relativi garage e posti auto scoperti. Il condominio dove si trova l’appartamento, il garage e il posto auto scoperto è stato costruito nel periodo 2005-2008, la struttura portante è in cemento armato, i solai sono in laterocemento. Le strutture sono tutte in buono stato e non sono presenti lesioni o segni di cedimento struttura sull’intero edificio. Esternamente il fabbricato è interamente tinteggiato ed intonacato.

L’appartamento si sviluppa su un unico livello al piano primo del fabbricato ed è composto da cucina-soggiorno, camera, bagno, studio e n. 2 balconi. Le rifiniture sono quelle classiche, di un fabbricato edificato da un costruttore, le divisioni interne sono realizzate in canterti in blocchi di laterizio, sia le pareti che i soffitti sono tutti intonacati e tinteggiati, tutti i pavimenti e rivestimenti sono in monocottura.

Lo stato di manutenzione dell’appartamento si presenta buono.

L’impianto termico è alimentato a metano con caldaia indipendente, la distribuzione è con sistema a centraline con regolazione della temperatura unica per tutta l’abitazione, tubazioni in rame e radiatori in acciaio. L’impianto elettrico è conforme alle normative vigenti al momento della realizzazione della costruzione. L’impianto fognario è allacciato alla pubblica fognatura. Il garage si trova al piano seminterrato con accesso dalla strada condominiale. Nel garage è presente l’impianto elettrico.

L’intero complesso immobiliare, di cui fanno parte anche l’appartamento, il garage ed il posto auto scoperto, è stato edificato in virtù del Permesso di Costruire n. 19 del 14/05/2005 e successiva variante DIA prot. 1570 del 13/02/2007. Tutto il complesso è stato dichiarato agibile con certificato di agibilità riferito alla domanda prt. 7177 del 05/08/2009.

La perizia ha riscontrato delle difformità tra il progetto autorizzato e quanto realizzato, solamente per l’appartamento, più precisamente, il bagno dell’abitazione è stato realizzato al posto del ripostiglio occupando anche parte della superficie del disimpegno, mentre, al posto del bagno è stato realizzato un vano studio attualmente utilizzato come camera. Le difformità riscontrate sono sanabili ai sensi dell’art. 6 bis del DPR n. 380/01.

Catastalmente la planimetria dell’appartamento è identica alla pianta del progetto, e pertanto, risulta essere difforme dalla stato dei luoghi. Le planimetrie del garage e posto auto sono conformi.

L’immobile risulta occupato.

Risultano trascrizioni ed iscrizioni ipotecarie.

Ulteriori informazioni potranno essere reperite sul sito www.tribunale.pesaro.giustizia.it, www.astalegale.net ove è stata allegata la perizia del Geom. Guiducci Matteo, a cui si fa espresso rinvio, anche per tutti ciò che concerne l’esistenza di eventuali, pesi e oneri a qualsiasi titolo gravanti sui beni e regolarità urbanistica e che gli offerenti sono tenuti a controllare.

CONDIZIONI DI VENDITA

1) La vendita sarà effettuata nello stato di fatto e diritto in cui si trova l’immobile con tutte le pertinenze, accessori, ivi incluse le eventuali servitù attive e passive, in base ai documenti allegati alla perizia di stima, Geom. Guiducci Matteo, ed base a quanto descritto in perizia. La vendita sarà effettuata a corpo e non a misura. Eventuali differenze di misura non potranno dare luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo.

La vendita forzata, ai sensi dell’art. 2922 c.c., non è soggetta alle norme concernenti garanzia per vizi o mancanza di qualità né potrà essere risolta per alcun motivo. L’esistenza di eventuali vizi, mancanze di qualità, o difformità della cosa venduta, oneri di qualsiasi genere, ivi compresi ad esempio quelli urbanistici ovvero derivanti dalla eventuale necessità di adeguamento di impianti alle leggi vigenti, spese condominiali dell’anno scorso e dell’anno precedente non pagate dal debitore, per qualsiasi motivo non considerati, anche se occulti e comunque non evidenziati in perizia non possono dar luogo ad alcun risarcimento, indennità o riduzione del prezzo, essendo di ciò tenuto conto nella valutazione dei beni.

In caso si difformità costruttiva, l’aggiudicatario, ove ne ricorrano i presupposti, entro 120 giorni dalla data del decreto di trasferimento emesso dalla Autorità Giudiziari, potrà avvalersi delle disposizioni di cui al TU sull’edilizia (DPR n. 380/2001 e successive modifiche ed integrazioni

2) L’immobile viene venduto libero da iscrizioni ipotecarie e da trascrizioni e pignoramenti. Se esistenti al momento della vendita, eventuali iscrizioni e trascrizioni saranno cancellate a spese e a carico della procedura. Ricorrendone i presupposti, la vendita potrebbe essere soggetta ad IVA. Gli oneri fiscali derivanti dalla vendita sono a carico dell’aggiudicatario dalla data di efficacia del decreto di trasferimento, che sarà emesso soltanto dopo il versamento del saldo prezzo. Per tutto quanto qui non previsto si applicano le vigenti norme di legge.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE

1) vendita senza incanto. Il prezzo base per l’offerta è pari ad € 81.000,00

2) Le offerte di acquisto dovranno essere presentate, in busta chiusa, presso lo Studio dell’Avv. Fernanda Gaibini, in Pesaro, Viale Vanzolini n. 5 entro le ore 13,00 del giorno antecedente fissato per la vendita. L’offerta è inefficace se perviene oltre il suddetto termine, se il prezzo offerto è inferiore di oltre ¼ rispetto al prezzo base o se non viene prestata idonea cauzione come di seguito indicato.

Sulla busta deve essere indicato il nome di chi deposita materialmente l’offerta (che può anche essere persona diversa dall’offerente), la data della vendita ed il nome del professionista delegato.

3) L’offerta dovrà contenere:

La domanda di partecipazione in marca da bollo di € 16,00 (mediante apposito modulo reperibile sul sito www.tribunale.pesaro.giustizia.it nella sezione 2 modulistica” con indicazione del prezzo offerto e del relativo Lotto;

- Cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (il quale dovrà presentarsi all’udienza fissata per la vendita). Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere

indicati anche i corrispondenti dati del coniuge (per potere escludere il bene dalla comunione legale dei coniugi è necessario che il coniuge partecipi all’udienza fissata per l’esame delle offerte e renda la dichiarazione di cui all’art. 179 c.c.). Se l’offerente è minorenne l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente è una ditta individuale, nella domanda dovranno essere indicati i dati identificativi della ditta e del titolare della stessa ed allegata visura camerale aggiornata assieme alla fotocopia del documento di identità del titolare; se l’offerente è una società, nella domanda dovranno essere indicati i dati identificativi della società, i dati anagrafici del legale rappresentante allegando copia del documento di identità, visura camerale aggiornata e ogni altra idonea comunicazione (delibera assembleare o procura) da cui risultino i poteri del legale rappresentante che firmerà la domanda;

- Per coloro ai quali sono applicabili le agevolazioni “prima casa” la domanda dovrà contenere necessariamente espressa richiesta di applicazione del beneficio;

- L’offerente deve dichiarare la residenza ed eleggere domicilio nel Comune di Pesaro, ai sensi dell’art. 582 c.p.c., in mancanza, le comunicazioni e notificazioni verranno effettuare presso la Cancelleria;

- Non sarà possibile intestare l’immobile a persona fisica o giuridica diversa da quella che sottoscrive l’offerta che dovrà, inoltre, essere presente personalmente all’apertura delle buste; l’offerta potrà anche essere presentata ai sensi dell’art. 583 c.p.c.;

- I dati identificativi del bene per il quale l’offerta è proposta;

- L’indicazione del prezzo offerto che non potrà essere inferiore di ¼ rispetto al prezzo base indicato nel bando di vendita; l’espressa dichiarazione di avere preso visione della perizia di stima;

All’offerta, all’interno delle medesima busta, dovrà essere allegata una fotocopia del documento di identità e del codice fiscale dell’offerente in corso di validità, nonché un assegno circolare non trasferibile intestato a “Tribunale di Pesaro - Esecuzione Immobiliare n. 25/2017, per un importo pari al 10% del prezzo offerto a titolo di cauzione che sarà trattenuta in caso di rifiuto dell’acquisto.

MODALITA’ DELLA VENDITA

1) L’offerta presentata è irrevocabile.

2) La persona indicata nell’offerta come futura intestataria è tenuta a presentarsi il giorno fissato per la vendita, in mancanza, il bene potrà essere aggiudicato anche ad altro offerente. Se l’offerta dell’assente fosse l’unica, l’aggiudicazione avverrà a favore dell’unico offerente, anche se assente all’udienza.

3) In caso di unica offerta: se l’offerta è pari o superiore al prezzo base d’asta sopra indicato, si procederà all’aggiudicazione all’unico offerente.

4) In caso di pluralità di offerte: si procederà alla gara sull’offerta più alta tra tutti gli offerenti, ivi compresi coloro che abbiano presentato un’offerta inferiore rispetto al prezzo base d’asta in misura non superiore a ¼, con aggiudicazione in favore del maggiore offerente anche in caso di mancanza di adesioni alla gara. Ove nessuno degli offerenti intenda partecipare alla gara, il bene verrà aggiudicato al maggior offerente e, in caso di parità di offerte, all’offerta per prima presentata.

In ogni caso, ove siano state presentate istanze di assegnazione e, nell’ipotesi in cui, anche a seguito della gara tra gli offerenti, non sia stata raggiunta un’offerta pari al prezzo base d’asta, il bene verrà assegnato al creditore istante a norma dell’art. 588 c.p.c..

6) Ogni offerta in aumento non potrà essere inferiore ad € 2.000,00.

EFETTI DELL’AGIUDICAZIONE E VERSAMENTO DEL PREZZO

1) L’aggiudicazione è’ definitiva e non verranno prese in considerazione offerte successive. L’aggiudicatario è tenuto al versamento del saldo prezzo entro 120 giorni dalla data di aggiudicazione mediante versamento su conto corrente della procedura, dovrà, nel medesimo termine, versare gli importi, indicati dal delegato per le spese necessarie al trasferimento, nello stesso termine dovrà essere consegnato al professionista delegato la ricevuta dell’avvenuta operazione a saldo. Ai sensi dell’art. 1193 del c.c. le somme versate verranno prima imputate al fondo spese e poi al saldo prezzo.

2) L’aggiudicatario potrà versare il prezzo tramite mutuo ipotecario con garanzia sul medesimo immobile oggetto della vendita, in tal caso dovrà darne esplicita comunicazione al professionista delegato.

In caso di inadempienza dell’aggiudicatario, anche parziale, l’aggiudicazione sarà revocata e l’aggiudicatario perderà tutte le somme versate a titolo di cauzione e si applicherà la norma di cui all’art. 587 c.p.c..

3) In caso di richiesta ex art. 41 T.U.B. avanzata dal creditore fondiario, l’aggiudicatario dovrà provvedere direttamente al pagamento all’Istituto di credito fondiario esecutante della parte residua del prezzo corrispondente al complessivo credito dello stesso istituto, detratte le somme dovute alla procedura che dovranno essere versate sul conto della medesima.

In caso di mancato pagamento verrà considerato inadempiente.

PUBBLICITA’ LEGALE

1) Le presenti condizioni di vendita saranno pubblicate, a spese della procedura, mediante i seguenti adempimenti:

Affissione nell’Albo del Tribunale;

Inserimento sul portale:www.tribunale.pesaro.giustizia.com; www.astalegale.net;

Pubblicazione di breve estratto sul periodico “Newspaper”, edito da Astalegale.net.

Pubblicazione, sul quotidiano “Il Corriere Adriatico”

La pubblicità deve precedere di almeno quarantacinque giorni l’esperimento della gara di vendita.

Per quanto non previsto dalla presente ordinanza troveranno applicazione le norme di legge in materia.

Pesaro, lì 28/12/2017

Avv. Fernanda Gaibini

Icona ordinanza senza allegati Icona ordinanza con allegati bando
Icona perizia senza allegati Icona perizia con allegati perizia
Icona avviso senza allegati Icona avviso con allegati avviso
Icona altro con allegati Icona altro con allegati altro

NON SONO PRESENTI ALLEGATI

DATI RELATIVI ALLA PROCEDURA
NUMERO PROCEDURA
25
ANNO PROCEDURA
2017
TRIBUNALE
Pesaro
CORTE D'APPELLO
-
LEGALE
AVV. FERNANDA GAIBINI
CURATORE
-
TIPO PROCEDURA
Esecuzione immobiliare
CREDITORE
-
REFERENTE
-
MAGISTRATO
-
PROFESSIONISTA DELEGATO
-
DATI RELATIVI AL BENE
UBICAZIONE
Comune di Cartoceto, Via Trento n. 2 int. 4,
LOCALITÀ
Cartoceto (PU)
Marche
ITALIA
CAP
-
DESCRIZIONE PROCEDURA
LOTTO UNICO – QUOTA DI INTERA PROPRIETA’ – trattasi di appartamento, ad uso residenziale, con relativo garage e posto auto scoperto, sito nel comune di Cartoceto, Via Trento n. 2 int. 4, identificato al Catasto Fabbricati al foglio n. 6, mappale 878, sub. 6, categoria A/ 3, classe 2 vani 3, rendita catastale € 170,43; foglio n. 21, mappale 878, sub. 24, categoria C/6, classe 2 mq 20, rendita catastale € 51,65, foglio n. 21, mappale 878, sub. 14, categoria C/6, classe 1 mq 12, rendita catastale € 26,65. L’appartamento si sviluppa su un unico livello al piano primo del fabbricato ed è composto da cucina-soggiorno, camera, bagno, studio e n. 2 balconi. Le rifiniture sono quelle classiche, di un fabbricato edificato da un costruttore, le divisioni interne sono realizzate in canterti in blocchi di laterizio, sia le pareti che i soffitti sono tutti intonacati e tinteggiati, tutti i pavimenti e rivestimenti sono in monocottura.
TIPO IMMOBILE
Abitativo
QUOTA PROPRIETÀ
-
DATI CATASTALI
identificato al Catasto Fabbricati al foglio n. 6, mappale 878, sub. 6, categoria A/ 3, classe 2 vani 3, rendita catastale € 170,43; foglio n. 21, mappale 878, sub. 24, categoria C/6, classe 2 mq 20, rendita catastale € 51,65, foglio n. 21, mappale 878, sub. 14, categoria C/6, classe 1 mq 12, rendita catastale € 26,65
LOTTO
LOTTO UNICO – QUOTA DI INTERA PROPRIETA’ – trattasi di appartamento, ad uso residenziale, con relativo garage e posto auto scoperto, sito nel comune di Cartoceto, Via Trento n. 2 int. 4, identificato al Catasto Fabbricati al foglio n. 6, mappale 878, sub. 6, categoria A/ 3, classe 2 vani 3, rendita catastale € 170,43; foglio n. 21, mappale 878, sub. 24, categoria C/6, classe 2 mq 20, rendita catastale € 51,65, foglio n. 21, mappale 878, sub. 14, categoria C/6, classe 1 mq 12, rendita catastale € 26,65. L’appartamento si sviluppa su un unico livello al piano primo del fabbricato ed è composto da cucina-soggiorno, camera, bagno, studio e n. 2 balconi. Le rifiniture sono quelle classiche, di un fabbricato edificato da un costruttore, le divisioni interne sono realizzate in canterti in blocchi di laterizio, sia le pareti che i soffitti sono tutti intonacati e tinteggiati, tutti i pavimenti e rivestimenti sono in monocottura.
NUMERO DI PIANO DELL'IMMOBILE
-
PIANI DELLO STABILE
-
CLASSE ENERGETICA / IPE
-
SUPERFICIE COPERTA MQ
-
NUMERO LOCALI
-
BAGNI
-
DATI RELATIVI ALLA VENDITA
DATA/ORA DELL'ASTA
28/02/2018 12:00
LUOGO
PRESSO IL SUO STUDIO IN PESARO, VIALE VANZOLINI N. 5
INDIRIZZO
-
TIPO
-
REFERENTE
-
BASE D'ASTA
81.000,00.
VALUTA
Euro
PREZZO MINIMO
0,00 €
FASCIA PREZZO
50001-100000
RIALZO MINIMO
€ 2.000,00.
DEPOSITO CAUZIONALE
-
DEPOSITO CONTO SPESE
-
VALORE PERIZIA
-
PER PARTECIPARE ALLA VENDITA
NOTE
-
LUOGO PRESENTAZIONE DOMANDA
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE 1) vendita senza incanto. Il prezzo base per l’offerta è pari ad € 81.000,00 2) Le offerte di acquisto dovranno essere presentate, in busta chiusa, presso lo Studio dell’Avv. Fernanda Gaibini, in Pesaro, Viale Vanzolini n. 5 entro le ore 13,00 del giorno antecedente fissato per la vendita. L’offerta è inefficace se perviene oltre il suddetto termine, se il prezzo offerto è inferiore di oltre ¼ rispetto al prezzo base o se non viene prestata idonea cauzione come di seguito indicato. Sulla busta deve essere indicato il nome di chi deposita materialmente l’offerta (che può anche essere persona diversa dall’offerente), la data della vendita ed il nome del professionista delegato. 3) L’offerta dovrà contenere: La domanda di partecipazione in marca da bollo di € 16,00 (mediante apposito modulo reperibile sul sito www.tribunale.pesaro.giustizia.it nella sezione 2 modulistica” con indicazione del prezzo offerto e del relativo Lotto; - Cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (il quale dovrà presentarsi all’udienza fissata per la vendita). Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge (per potere escludere il bene dalla comunione legale dei coniugi è necessario che il coniuge partecipi all’udienza fissata per l’esame delle offerte e renda la dichiarazione di cui all’art. 179 c.c.). Se l’offerente è minorenne l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente è una ditta individuale, nella domanda dovranno essere indicati i dati identificativi della ditta e del titolare della stessa ed allegata visura camerale aggiornata assieme alla fotocopia del documento di identità del titolare; se l’offerente è una società, nella domanda dovranno essere indicati i dati identificativi della società, i da
TERMINE PRESENTAZIONE DOMANDA
MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE 1) vendita senza incanto. Il prezzo base per l’offerta è pari ad € 81.000,00 2) Le offerte di acquisto dovranno essere presentate, in busta chiusa, presso lo Studio dell’Avv. Fernanda Gaibini, in Pesaro, Viale Vanzolini n. 5 entro le ore 13,00 del giorno antecedente fissato per la vendita. L’offerta è inefficace se perviene oltre il suddetto termine, se il prezzo offerto è inferiore di oltre ¼ rispetto al prezzo base o se non viene prestata idonea cauzione come di seguito indicato. Sulla busta deve essere indicato il nome di chi deposita materialmente l’offerta (che può anche essere persona diversa dall’offerente), la data della vendita ed il nome del professionista delegato. 3) L’offerta dovrà contenere: La domanda di partecipazione in marca da bollo di € 16,00 (mediante apposito modulo reperibile sul sito www.tribunale.pesaro.giustizia.it nella sezione 2 modulistica” con indicazione del prezzo offerto e del relativo Lotto; - Cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, domicilio, stato civile, recapito telefonico del soggetto cui andrà intestato l’immobile (il quale dovrà presentarsi all’udienza fissata per la vendita). Se l’offerente è coniugato e in regime di comunione legale dei beni, dovranno essere indicati anche i corrispondenti dati del coniuge (per potere escludere il bene dalla comunione legale dei coniugi è necessario che il coniuge partecipi all’udienza fissata per l’esame delle offerte e renda la dichiarazione di cui all’art. 179 c.c.). Se l’offerente è minorenne l’offerta dovrà essere sottoscritta dai genitori previa autorizzazione del giudice tutelare; se l’offerente è una ditta individuale, nella domanda dovranno essere indicati i dati identificativi della ditta e del titolare della stessa ed allegata visura camerale aggiornata assieme alla fotocopia del documento di identità del titolare; se l’offerente è una società, nella domanda dovranno essere indicati i dati identificativi della società, i da
INTESTATARIO ASSEGNI
-
INFO/EMAIL
AVV. FERNANDA GAIBINI, CON STUDIO IN PESARO, VIALE VANZOLINI N. 5,
RICERCA RAPIDA

ASTE IN EVIDENZA